News

COME SOPRAVVIVERE IN CASA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Quante cose sono cambiate in questi ultimi giorni?

Tutto.

Tutte le nostre abitudini hanno subìto una repentina metamorfosi.

La nostra vita sociale in un momento si è azzerata ed è diventata social.

E via a mandare video nella chat di famiglia, a creare nuovi gruppi per lavorare, per studiare, per socializzare, per passare il tempo (beato a chi gliene rimane un po’!).

E la teoria secondo la quale in casa stai…comodo (cioè senza trucco, con i pantaloni molli e altre cose che vorrei davvero preservare solo per me) va a farsi benedire, perché la tua casa non è più il tuo nido segreto, ma la piazza d’incontro virtuale.

Devi fare attenzione a dove vai, a come ti sposti, non hai più un momento d’intimità: puoi capitare nella lezione di pianoforte mentre sbadigli, mentre sbuffi puoi affacciarti all’ufficio del marito, se gridi ti imbatti in una chat di ragazzine ridacchianti e sicuramente se fai qualche gesto sconsiderato, vieni intercettata dal video per la lezione di chitarra.

Non so lì da te, ma qui a casa mia c’è la fila (e nemmeno troppo disciplinata) per accedere al mio smartphone per la videochiamata.

Tre figlie che si coalizzano come i velociraptor (tra l’altro mi pare che siano proprio le femmine che cacciano): una ti distrae frontalmente, così poi le altre due ti attaccano ai fianchi.

Lavori al pc, ma c’è in entrata la videolezione su Skype.

Ti nascondi col tablet per rispondere alle mail, ma c’è bisogno del registro elettronico.

La vita ai tempi del Coronavirus è un inferno: ti dicono #iorestoacasa, fallo anche tu, rilassati e goditi divano e Netflix.

È una bufala.

È una tra le peggiori fake news.

E stiamo tutti bene.

Non oso immaginare la realtà delle famiglie che hanno i loro cari all’ospedale.

Questo articolo di oggi non vuole essere una lamentela, ci mancherebbe, neanche lontanamente.

È solo un po’ di ironia (e in fondo in fondo, la scusa per poter esercitare l’egemonia sul mio pc!) per sdrammatizzare la situazione davvero apocalittica che stiamo vivendo in queste settimane.

Ecco allora alcuni consigli e trucchetti che riguardano la mia (confortante) sfera lavorativa, che spero di riprendere al più presto:

  • Se di solito utilizzi lenti a contatto, sfrutta questo tempo prezioso per far riposare i tuoi occhi e scegli prevalentemente gli occhiali: un po’ di ossigeno in più non fa male!
  • Se usi le lenti a contatto, ricordati che non ti proteggono dal virus, anzi: quando le rimuovi, se non sono usa&getta, disinfettale accuratamente, lavati bene le mani e disinfetta e lascia asciugare anche il portalenti.

In caso sei rimasto senza soluzione per conservare le lenti, chiama in negozio prima di venire a prenderla.

Ricordati che il Coronavirus può passare attraverso le lacrime e scendere nel naso e poi nella gola, verso i polmoni.

  • Se esci, non toccarti mai gli occhi, lavati spesso le mani e proteggiti con un paio di occhiali (come utilizzi la mascherina per il naso e la bocca e i guanti per le mani).
  • Se utilizzi occhiali, ricordati di non toccare nemmeno quelli quando sei fuori, perché potresti avere le mani sporche e sono molto vicini al tuo naso e ai tuoi occhi.
  • Se esci, quando rientri, ricorda di pulire insieme alle mani anche gli occhiali, poiché possono essere stati la tua barriera, ma non utilizzare alcool o sostanze simili perché rovina la celluloide della montatura (utilizza un sapone neutro e cerca di essere accurato negli spazi tra lente e montatura).
  • Se normalmente utilizzi occhiali, stai molto attento a dove li appoggi, perché se inavvertitamente li lasci sul divano (come tuo solito) e ti ci siedi sopra (come tuo solito), non è detto che io sia subito in negozio per metterteli a posto (come mio solito!): presta particolare attenzione in questi giorni così particolari.

Ricordati che se hai necessità di venire in negozio da noi, devi prima chiamare perché restiamo coerenti con le nostre decisioni: sebbene la nostra categoria non sia soggetta alla chiusura obbligatoria, abbiamo deciso di chiudere per salvaguardare la salute di tutti, ma siamo presenti per le emergenze e solo previo appuntamento telefonico.

I consigli di oggi sono finiti e purtroppo anche il mio tempo al pc.

Agogno un prossimo articolo, intanto 👇🏻

0 comments on “COME SOPRAVVIVERE IN CASA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *