Lenti oftalmiche Occhiali Occhiali progressivi

Che cos’è una Lente Progressiva?

In ognuno dei nostri dialetti c’è sicuramente un detto che riguarda il prezzemolo.

“Sei sempre in mezzo come il prezzemolo” è il succo universale, ricreato, condito e declinato nelle varie tradizioni.

Perché il prezzemolo sta bene dappertutto, non dà fastidio al sapore, non è indispensabile, eppure apporta quel qualcosa in più ad ogni piatto.

Inoltre è facile da coltivare, è ricco di vitamina C ed è fonte di calcio.

Ottimo.

Suppongo che tu ti stia chiedendo che cosa c’entra il prezzemolo con l’ottica.

Legittimo. Ho fatto caso che c’è un elemento ricorrente nella fantasia popolare: in genere se parlo di qualcosa di nuovo riguardo alle lenti, la gente subito collega l’ignoto alle lenti progressive.

Almeno una volta l’hai fatto anche tu, non vergognartene.

Quindi mi ritrovo una manciata di prezzemolo, o meglio di diffidenza, in quasi ogni conversazione.

Perché la gente ha paura di ciò che non conosce, giustamente.

Il sentito dire ingigantisce i problemi e ogni giorno dobbiamo sfatare falsi miti.

Così eccomi qui a chiarire alcuni punti.

Le lenti progressive sono lenti che riescono a correggere contemporaneamente non uno, ma più difetti visivi, come miopia, astigmatismo e presbiopia insieme.

Ma anche ipermetropia, astigmatismo e presbiopia.

E stai tranquillo che le puoi portare anche se non sei astigmatico!

Sono lenti che ti danno la possibilità di catturare istantaneamente tutti i dettagli della tua vita, a qualunque distanza essi siano.

Ti faccio alcuni esempi pratici, puoi:

  • Mandare un messaggio mentre guardi la tua serie preferita in tv
  • Seguire le indicazioni del navigatore mentre esamini la strada e il cruscotto
  • Eseguire un lavoro di precisione tenendo d’occhio il nipotino sul tappeto
  • Videochiamare la tua amica fissando lo sguardo sull’orizzonte al tramonto
  • Cucinare mentre finisce il film
  • Correre mentre tieni sotto controllo i passi che hai percorso

In pratica le lenti progressive ti consentono di vedere lontano, vicino e nella zona intermedia, grazie alla particolare geometria con cui vengono progettate.

Cioè ogni lente ha una zona per lontano nella parte alta: tu guardi dritto avanti e vedi bene.

Inizia poi un canale di progressione che ti consente di mettere a fuoco tutto quello che sta ad una distanza da 1 a 3 metri.

E nella parte in basso, gli occhi vanno a trovare la parte più forte della lente che ti permette di vedere da vicino.

Detta così sembra facile.

In effetti se è fatta bene, lo è.

Più difficile è progettarla, sceglierla e misurarla.

Ma questa è la fase che riguarda noi: ogni lente progressiva è una sfida e noi non ci tiriamo certo indietro, perché abbiamo tutti i mezzi a disposizione per vincerla.

Quindi si, se te lo stai ancora chiedendo, sono proprio come il prezzemolo.

Ci stanno in ogni salsa, o meglio davanti ad ogni occhio e aggiungono quel tocco di precisione e comodità che se tu non l’avessi vorresti inventarle: perchè le lenti progressive…funzionano!

Se hai ancora dubbi, scarica gratuitamente il report  sulle lenti progressive al link:

http://otticabardi.com/report-progressive/

0 comments on “Che cos’è una Lente Progressiva?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *